martedì 27 novembre 2012

Capone scrive per Libera in Musica Contro Le Mafie


Il M.E.I., Mk Records e Rubbettino Editore,
in occasione delle celebrazioni in onore di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino,
presentano:
“MUSICA CONTRO LE MAFIE – Il Libro/Cd”
Da un’idea di Gennaro de Rosa, Giordano Sangiorgi e Marco Ambrosi, e grazie ad Mk Records, in collaborazione con l’Editore Rubbettino, il progetto (nato nel 2009 al MEI di Faenza e diventato concorso con la collaborazione di “Politicamente Scorretto”), sotto l’egida del M.E.I. avrà nuova vita in un libro-cd il cui ricavato andrà all’Associazione LIBERA.
La Musica è sempre stata in prima linea nella lotta alle mafie, ma relegata ad un ruolo di colonna sonora delle lotte contro la mafia di quegli uomini che sono diventati eroi o martiri del nostro tempo. La lotta alle mafie è oggi una nuova forma di resistenza in cui tutti devono esser partecipi per tentare di arginarle e la resistenza si fa “insieme”, coinvolgendo tutta la collettività.
Il nostro obiettivo è quello di unire, in modo trasversale, il mondo della musica, senza distinzione di generi o di importanza.
Gli Artisti coinvolti daranno il loro contributo utilizzando non la loro “solita arte” ma altre forme di espressione e comunicazione: dalla scrittura alla fotografia, dalla poesia alla grafica (disegni, vignette, tele ecc…)
Il libro conterrà interventi di artisti/musicisti, che “racconteranno” la loro idea delle Mafie e l’eventuale “incontro” che hanno avuto con la stessa.
Il “contributo artistico” avrà uno spazio importante ed unico all’interno del libro che sarà suddiviso in “monografici” (uno per ogni artista), contenenti il contributo, un’immagine e una simpatica “autodefinizione” dell’Artista.
Alcune pagine del libro saranno dedicate ai messaggi di sostegno degli artisti che per impegni non potranno partecipare con il loro contributo. Vi saranno, inoltre, messaggi ed esperienze raccolti da altri contest legati alla musica contro le mafie, come quella organizzata lo scorso anno dalla Provincia di Roma ed altre similari.
Il CD conterrà, invece, i brani che hanno partecipato al concorso “Musica contro le Mafie” in questi anni.

martedì 20 dicembre 2011


Le(g)ALI AL SUD


Sabato scorso sono tornato a Pomigliano D'Arco per "Crescere nella cultura della legalità", una manifestazione che non mi sarei perso per nussun motivo al mondo. Il progetto infatti, sviluppato da Raffaele Del Prete (il Direttore Scolastico del comprensorio della zona), si concentra naturalmente sulla scuola, come presidio di formazione e legalità: un luogo, cioè, dove si insegna ad apprendere e si impara ad essere.

Dopo sette anni di permanenza a Sant'Antimo, il mio laboratorio permanente è ritornato di casa nel quartiere 219 di Pomigliano, il luogo nel quale tutto è nato nel 2000. Questo evento è stato particolarmente emozionante per me, perchè ha rappresentato il passaggio di testimone dai Bum BumTrakk di Sant'Antimo (i ragazzi ai quali, prima di insegnare la musica, tento di insegnare in primis una crescita come individui..) ai futuri BBT di Pomigliano.

Si è trattato di un grosso evento che ha coinvolto anche le maestranze, tra cui il sindaco di Pomigliano Raffaele Russo, il vicesindaco di Napoli ed assessore all'ambiente Tommaso Sodano e il pm Vincenzo D’Onofrio, entrambi pomiglianesi e soprattutto esempi di chi partendo da questa terra riesce a fare grandi cose per gli altri. Oltre a queste importanti personalità (cliccate qui per la lista completa), c'erano anche un gruppo di rifugiati politici provenienti dall'Africa che hanno duettato insieme a me ed ai BBT. Eccovi uno stralcio di quella giornata:

video

Ora comincia questo nuovo viaggio da Pomigliano, che vedrà coinvolta in diverse maniere anche Legambiente... forte dell'esperienza passata, spero anche questa volta di dare il massimo: siate con me ma soprattutto con i vostri figli!

Un abbraccio uaiò!!!

Maurizio